Scopri come valorizzare i Partakers nelle tue social audience!


I Partakers, sono le persone, i clienti, i consumatori che collaborano con le nostre aziende e marchi. Ci parlano e ci fanno domande nei contesti digitali. Alla fine influiscono sulle decisioni che prendiamo.

Ma attenzione: queste persone che stanno dall’altra parte si attendono un dialogo, una conversazione, quindi una risposta.

  • Chi sono le persone che prendono parte alla conversazione?
  • Cosa li spinge a commentare e a parlare con noi? Quali motivazioni?
  • Cosa consumano e quali sono i loro interessi?

    Con il modello di analisi dei Partakers presentato da Nextplora, puoi:

  • profilare i Partakers nella tua social audience
  • valorizzare i contributi di insight e co-creazione nelle community di ricerca
  • intrattenere conversazioni più pertinenti ai bisogni dei tuoi clienti con il tuo CRM
  • arricchire i dati di profilo per il targeting della pubblicità programmatica

    Se vuoi scoprire di più contattaci a Nextplora Business


  • Adv online, nel 2016 l’Italia dimezza la distanza rispetto ai tassi di viewability degli altri paesi europei

    Ancora solo il 36% delle impression pianificate è visibile per più di 5 secondi

    Milano, 21 marzo 2017 In Italia il 54% della pubblicità digitale è visibile per più 1 secondo e il 36% supera la soglia dei 5 secondi: a rivelarlo il nuovo Rapporto sulla Viewability e l’efficacia a targetdelle campagne digital diffuso da Nextplora – agenzia di Insight Management specializzata nella determinazione del ROI di pubblicità e media.

    La Società che distribuisce in Italia le soluzioni di monitoraggio di DMA Instituteleader in 30 Paesi nell’audit dei media digitali – ha analizzato sul territorio nazionale la Viewability su più di 12 miliardi di impression nel corso del 2016.

    Il Report mostra come nell’ultimo anno il gap tra i tassi di viewability delle campagne italiane e quello dei principali paesi europei analizzati – >1 sec 59%, >5 sec 41% -, è andato in parte colmandosi, con una differenza ancora di 5 punti, rispetto ai 10 che si erano registrati nel 2015.

    Questa differenza dell’Italia con l’estero è più marcata per alcuni formati, mentre per large rectangle e skyscraper il nostro mercato registra una migliore viewability.

    Nell’ultimo anno è migliorata l’efficacia delle campagne sui principali target group, con una dispersione della pubblicità online sul target adulto 18-54 anni pari solo al 9%, che cresce al 27% se però si considerano solo le fasce più adulte di questa popolazione (30/54 anni).

    "Il miglioramento dell’efficacia delle campagne conferma gli sforzi compiuti dagli editori, sia sul piano della viewability, che sugli strumenti di targeting - commenta Andrea Giovenali, CEO di Nextplora – La sfida dei prossimi mesi sarà quella di elevare la soglia di visibilità sopra i 10”, che per nostra esperienza è il valore oltre il quale il messaggio viene ricordato e la campagna genera effettivi risultati per le aziende”.

    Nell’ambito delle campagne analizzate del 2016, circa il 2,5% delle impression è stato interessato da fenomeni di frode, come ad esempio il traffico proveniente da paesi esteri a cui la campagna non era indirizzata, o da sistemi automatizzati di generazione o indicizzazione delle pagine, detto anche Not Human Traffic.  

    "Gli investitori devono sempre garantirsi con informazioni obiettive ed indipendenti che le loro campagne siano almeno allineate a questi risultati in futuro, - continua Giovenali - e che ciò sia esteso anche ad alcuni grandi operatori della pubblicità online che invece non vogliono aprirsi alla misurazione indipendente, o scelgono da chi farsela condurre.”

    Per saperne di più: http://bit.ly/Viewabilty_Nextplora

    Per scaricare il paper: