The Weekly n. 343 – “Naturalmente alla fine è tutta questione di preferenze personali. Chi sceglie Android lo fa perché la flessibilità di quel sistema permette operazioni precluse agli utenti di iOs, così come chi sceglie iOs non ha necessità particolari di interfacciarsi col mondo Windows” (www.repubblica.it/tecnologia). La “guerra” tra sistemi operativi a cui eravamo abituati tra Fan di Windows e della Mela continua e si ripresenta anche sul mobile con un nuovo protagonista, Android. Alla base della preferenza dell’uno o dell’altro corrisponde una differenza dal punto di vista socio-demografico?

Dall’ultima edizione di Mobile-Next, indagine trimestrale sul mondo dei servizi VAS dal cellulare e rappresentativa della popolazione internet over 15 anni user del cellulare (5.000 intervistati) è possibile vedere come il genere maschile rappresenti ancora il core target di entrambi i sistemi operativi  Android (62% contro il 38% delle donne) e iOS (67% contro il 33% delle donne). Il target femminile rimane al contrario ancora legato ai cellulari meno “smart” anche se il trend, almeno per Android, sta mutando: un dato interessante è quello che riguarda l’aumento della componente femminile tra gli utilizzatori di Android che passa dal 32% nel Q1 al 38% di fine anno 2011. Probabilmente la presenza di Android in tutte le fasce di prezzo e soprattutto un’offerta che ha saputo integrare a modelli economici anche modelli particolarmente attenti al design ha permesso un avvicinamento sempre maggiore di questo target. Perde progressivamente valore quanto citato nell’articolo: all’utenza originaria di Android, composta in prevalenza di “smanettoni” alla ricerca di funzionalità esclusive, si aggiunge ora una nuova componente di pubblico, meno tecnologica, ma che trova motivo della sua scelta non tanto nel sistema operativo, quanto nella numerosità di marche e modelli che montano il sistema di Google al contrario di iOS che, invece, è solo Apple.

Il riflesso di questo appare evidente dall’analisi della market share dei cellulari in uso: la percentuale di Android passa dal 5% nel Q1 al 14% nel Q4, iOS invece cresce di soli 2 punti percentuali.”