The Weekly n. 345 –

La newsletter di questa settimana è dedicata all’uso che gli utenti fanno di alcune funzionalità del cellulare/ smartphone che ne estendono l’uso oltre alle sue caratteristiche primarie e tipiche fino a porlo in competizione con altri device dedicati: la fotocamera, il GPS, il lettore MP3 e la radio. Dall’ultima edizione dell’indagine MobileNext dedicata al mondo dei servizi del cellulare, condotta nel mese di Gennaio 2012 (Q4 2011) su un campione di oltre 5.000 individui, rappresentativo della popolazione Internet (15+ anni) e user del cellulare nei 30 giorni precedenti si evidenzia come la presenza della fotocamera, del lettore MP3 e della radio siano ormai dotazione, quasi standard, dei cellulari attualmente in uso, costantemente in crescita nel corso dell’ultimo anno.

In particolare il 90% degli intervistati utilizza un cellulare dotato di fotocamera (+6 ppt rispetto all’anno scorso), l’86% è abilitato all’ascolto della musica (+8 ppt) e della radio (74%, +6 ppt). Meno diffuso, ma con maggiore crescita il numero di persone dotate di un cellulare con il GPS integrato, attualmente il 45% a partire dal 32% di un anno fa.

Alla diffusione dal punto di vista della dotazione “hardware” non corrisponde però un pari utilizzo di queste stesse funzionalità: se infatti il 74% del campione ha scattato almeno 1 foto direttamente dal cellulare nei 30 giorni precedenti all’intervista (… e il 14% ha caricato direttamente dal cellulare questi stessi contenuti su Internet e i Social Network, circa 3,5M di persone), solo il 31% del campione utilizza il player mp3 del cellulare, in crescita di 6 punti percentuali rispetto al 2010, ma che non si sostituisce all’uso di un lettore mp3 dedicato stabile al 33%. Allo stesso modo l’ascolto della radio tramite il cellulare, addirittura in flessione di 2 PPT vs Q4 2010, pur a fronte di un ascolto della Radio in generale un aumento di quasi 6 PPT vs Q4 2010 con 19,1M di ascoltatori contro i 5,2M dei fruitori del servizio tramite il telefonino.

Discorso analogo per quanto riguarda l’utilizzo del cellulare come navigatore satellitare: a fronte di un utilizzo del GPS integrato che cresce in maniera lineare rispetto alla dotazione hardware dei cellulari in uso (circa il 44% di chi possiede un telefonino con GPS utilizza effettivamente questa funzionalità, pari al 19% della pop. Internet e in crescita di 5PPT in un anno), la percentuale di utilizzatori di un navigatore dedicato rimane stabilmente intorno al 34%.

Quali conclusioni possiamo trarre? Laddove il cellulare riesce ad aggiungere occasioni d’uso rispetto all’utilizzo di un device dedicato, come per esempio nel caso di poter scattare una foto in qualunque momento e poterla postare direttamente su Internet, esso si afferma come valida alternativa e cresce in termini di diffusione. All’opposto dove il cellulare si pone come puro e semplice “sostituto” di altri device (GPS, Radio, MP3),  replicandone in toto le occasioni e le motivazioni d’uso, l’affermazione del cellulare appare più graduale e modesta, non in grado di soppiantare i device dedicati.