Maggio 2012 –
Sappiamo tutti che il mondo degli Smartphone è in continua evoluzione e che si stanno sviluppando sempre di più nuove applicazioni da scaricare sui nostri telefonini per migliorare la qualità e la comodità della nostra vita. Le ultime novità nel mondo delle app riguardano i nuovi sistemi di pagamento in mobilità e di raccolta punti che utilizzano le nuove tecnologie. Ad esempio negli Stati Uniti si sperimentano portafogli elettronici e applicazioni “intelligenti”, in Inghilterra se volete assistere a una partita del Manchester potete pagare il biglietto con il vostro dispositivo mobile e in Cina si può fare shopping nei centri commerciali tramite lo smartphone.

I pagamenti in mobilità sono il prossimo fronte da conquistare per gli smartphone anche in Italia. Tutti i principali produttori stanno incorporando sistemi Near Field Communication (NFC) nei loro dispositivi mobili, una tecnologia che può essere applicata alle transazioni economiche e che permette all’utente finale ad esempio di pagare presso un esercizio (acquistare la spesa al supermercato, la colazione al bar o il giornale) semplicemente passando lo smartphone in prossimità ravvicinata a un rilevatore,
massimo dieci centimetri. Si paga senza toccare altro che il dispositivo mobile.

Come reagiranno le persone a questa nuova frontiera dei pagamenti? La community di Nextplora ci ha aiutato a capire quali potrebbero essere i primi approcci alla tecnologia in questione (si tratta di un campione non rappresentativo reclutato attraverso un poll attivato sul sito ideeopinioni.nextplora.com).

Alla domanda “Qual è la tua idea su questo nuovo servizio?”  il 41% dei rispondenti pensa che sia  un metodo sicuro che renderà più semplici molte operazioni quotidiane, il 22% non userebbe mai il celllulare per questo tipo di operazioni, al terzo posto troviamo coloro che ammettono di poter avere delle difficoltà nell’utilizzo della tecnologia NFC (19%) e solamente all’ultimo affiora il problema della privacy, il 18% infatti teme che questi dispositivi possano leggere le informazioni del cellulare al momento
dell’utilizzo e all’ultimo.

In Italia si pensa che questo metodo di pagamento sia operativo tra un paio di anni, speriamo che anche gli italiani non si facciano spaventare dalla novità approcciandosi in modo intelligente e proattivo alla tecnologia NFC.

[Nextplora]