Aumentano gli utilizzatori di Tablet, arrivati nel mese di gennaio 2012 a quasi 1,1 milioni. Questo il dato che emerge dall’ultima edizione di Mobile-Next, indagine trimestrale realizzata da Nextplora sul mondo dei servizi VAS dal cellulare e rappresentativa della popolazione Internet over 15 user di telefonini (5.000 intervistati).

Importanti cambiamenti dal punto di vista dell’utilizzo dei Tablet: se la navigazione su Internet e la consultazione delle e-mail rimangono le attività principali, in decisa crescita sono la lettura di libri (il 62% degli utilizzatori di un Tablet, +22 punti percentuale rispetto al trimestre precedente), la visione di film e contenuti video (56%, +15 punti percentuale) e la gestione del calendario/agenda (47%, +9 punti) a conferma di un futuro sempre più orientato a ecosistemi cloud, sincronizzati e multipiattaforma.

Permane la fedeltà fortemente marcata nella scelta del brand o del sistema operativo, che vede in particolare il 44% degli utilizzatori di un iPad già possessori di un iPhone (a fronte di una penetrazione del telefono targato Apple intorno al 10% della popolazione Internet) e il 25% di un Tablet Android già utilizzatori di uno Smartphone con il medesimo sistema operativo.

La spinta del Natale e la diffusione di dispositivi anche di fascia medio-bassa hanno sicuramente giocato un ruolo importante, evidente nell’incremento di circa 368.000 utilizzatori di Tablet rispetto alla rilevazione di ottobre 2011.

Il Tablet più usato è indubbiamente l’iPad che rappresenta il 61% dei dispositivi in uso, ma in flessione rispetto ai periodi precedenti di rilevazione (-8 punti percentuale rispetto a ottobre e -7 punti percentuale rispetto a luglio) a favore dei dispositivi Android, attualmente al 39% di share.

Al crescere degli utilizzatori corrisponde anche un cambiamento del profilo socio-demografico: se nello scorso trimestre i Tablet erano appannaggio della fascia 35-44 anni (39%) il range di età si è progressivamente ampliato fino a distribuirsi in maniera molto più omogenea tra i 25 e i 54 anni.

Con particolare riferimento all’iPad, poi, è interessante evidenziare la differenza per tipo di professione: nel primo trimestre 2011 gli utilizzatori di iPad erano per lo più imprenditori e dirigenti (25%), mentre nell’ultimo vediamo una diminuzione in questa categoria professionale di 6 punti percentuale a fronte della decisa crescita della quota di studenti (19%).