Luglio 2012 – L’interesse intorno ai tablet è in continuo aumento così come i suoi utilizzatori, arrivati nel mese di maggio 2012 a circa 1,8 milioni (7% della popolazione Internet): in crescita del 63% rispetto alla rilevazione di gennaio, dove gli utilizzatori erano 1,1 milioni (4% della popolazione Internet) e destinata a crescere ulteriormente nei prossimi mesi. Ben il 25% della popolazione Internet dichiara infatti che certamente acquisterà un tablet in futuro, +5 punti percentuali rispetto a Gennaio ’12.

Questi i dati che emergono dall’ultima edizione di Mobile-Next, indagine semestrale realizzata da Nextplora sul mondo dei servizi VAS dal cellulare e rappresentativa della popolazione Internet 15+ anni e utilizzatori di un telefonino (5.000 intervistati).

 

A sostenere la forte crescita della diffusione dei tablet è stata sicuramente l’immissione sul mercato di una vasta gamma di modelli differenti capaci di rispondere alle esigenze (e al portafoglio) di un bacino più ampio di acquirenti come dimostrato dal sorpasso di Android su Apple. Se a gennaio 2012 gli iPad rappresentavano ancora il 61% dei tablet in uso l’ultima rilevazione vede oltre la metà dei tablet in uso dotati del sistema operativo di Google (51%).

 

Dal punto di vista socio-demografico il tablet conferma ed accresce leggermente la propria caratterizzazione maschile (uomo il 60% degli utilizzatori del tablet, +2 punti percentuali vs gennaio) e la propria concentrazione nella fascia 35-44 anni (32%, +3 punti).

 

Ma che uso viene fatto del tablet e come interagisce/si sovrappone con l’utilizzo di altri device come il PC e il cellulare?

Il 68% di chi utilizza un tablet lo usa per consultare i motori di ricerca o per leggere le news / visitare i siti di informazione, il 61% visita i siti di socializzazione, il 60% per consultare il meteo e le mappe (57%).

Se da un lato l’uso del tablet è causa di erosione del tempo dedicato all’uso del PC, il 54% dei possessori di tablet dichiara che da quando ha acquistato questo device il tempo dedicato alla navigazione da  PC è diminuito, dall’altro lato i contenuti / siti che vengono consultati da tablet si sovrappongono solo parzialmente con quelli da PC. Al di là di attività trasversali a tutti e tre i device (PC, cellulare e Tablet)  come la consultazione dei motori di ricerca, risultano ancora predominio del PC la consultazione di siti di mobile banking, la ricerca di informazioni su viaggi e vacanze e i siti di social shopping e e-commerce. L’uso del tablet risulta all’opposto maggiormente caratterizzato dalla consultazione delle news e dei siti di informazione, dall’utilizzo dei videogiochi, il meteo (in condivisione con il cellulare) e in misura minore dei social network.

A dispetto di una potenzialità in mobilità il tablet appare al contrario molto lontano dall’uso caratteristico di Internet dal cellulare per tutto quello che riguarda la ricerca di informazioni “utili” durante i propri trasferimenti come le informazioni sul traffico / viabilità, la consultazione delle mappe e la ricerca di numeri utili / guide e dei social network (p.e. Facebook, Twitter, Pinterest, ecc…).